05 Agosto 2020
News

Prandelli e la panchina: un dubbio da sciogliere subito

11-03-2010 - Redazione sportiva
Che la partita contro il Bayern fosse un crocevia tra il sogno che continua e la voragine che si apre, lo si era intuito. A dire il vero in molti non hanno neanche aspettato l´eliminazione della Fiorentina per aprire processi o avanzare scenari tutt´altro che rosei incentrati soprattutto sull´addio, dato per scontato, di Cesare Prandelli.
Da settimane si parla di Prandelli alternativamente come tecnico della Juve post Zac o della Nazionale post Lippi. E quel continuo ripetere da parte di società e tecnico: «Del futuro parleremo a primavera, valutando i programmi», non ha invitato i più alla prudenza, anzi. Il caso, se così vogliamo chiamarlo, poteva essere gestito meglio. In un momento delicato della stagione, con un tecnico oltretutto sotto contratto, non si lasciano aperte le porte del dubbio. Meglio dire: «Il tecnico resta». Punto. E il tecnico, magari d´accordo con il club, non risponde sull´argomento. Poi, se a fine stagione si decide di chiudere una storia, lo si fa. Tanti esempi del passato dimostrano che può avvenire anche in due giorni, basta una conferenza stampa. Perchè la Fiorentina e Cesare non l´hanno fatto? Forse per quell´eleganza e onestà che contraddistinguono l´una e l´altro. La Fiorentina per quello stile, spesso così lontano dai «trucidi» meccanismi dell´arena sportiva, il tecnico per quel rispetto verso Firenze e i tifosi che non ha mai tradito né preso in giro.Però a volte un po´ di malizia, che non è sinonimo di scorrettezza, servirebbe. Il risultato è stato che sul futuro del tecnico «hanno inzuppato il pane» in tanti, anche alla vigilia di gare decisive. Poi, il patron Diego ha cambiato un po´ rotta martedì sera e al già ripetuto in passato «Prandelli? Non ci saranno problemi», ha aggiunto un più fermo «È il nostro tecnico, va benissimo a noi e a Firenze e soprattutto ha un contratto. Perché dovrebbe andar via?». La linea è stata ripetuta ieri da Corvino in sala stampa. Dunque la società pare non aver neanche bisogno, sulla carta, di incontrare Prandelli a primavera, lasciando a Cesare, a questo punto, l´onore-onere di decidere ed esporsi. E sempre Corvino ieri ha confermato: «Il progetto lo conosciamo tutti da tempo e non cambia. Non c´è bisogno di aspettare primavera...».Il Progetto viola d´altra parte può non piacere ai tifosi più ambiziosi o sognatori, ma in verità è stato spiegato spesso quest´anno: la Fiorentina, in attesa della Cittadella, ha un suo profilo economico ben preciso che la colloca tra le squadre di seconda fascia (alta), immediatamente dietro le quattro grandi. Diciamo che sulla carta parte come quinta forza. Il suo obiettivo è provare a centrare il quarto posto. Impresa riuscita negli ultimi anni. La crescita di club della fascia viola (Napoli, Palermo, Genoa e Samp) renderà ulteriormente difficile in futuro l´impresa. La Fiorentina, che ha scelto il regime dell´autofinanziamento (salvo anticipi di budget o improvvisi regali della proprietà) ha davanti a sè questo futuro, in linea con le sue attuali potenzialità: deve lavorare ogni anno tra conti, bilanci, acquisti, cessioni e sforzi di fantasia. E vendere a caro prezzo un big (come potrebbe accadere anche quest´anno) non significa per forza indebolirsi (vedi cessione di Melo) se il denaro viene reinvestito bene, fidandosi delle intuizioni del ds e seguendo le indicazioni del tecnico. Prandelli potrà forse avere da futuri colloqui con i Della Valle qualche rassicurazione sulla conferma di alcuni giocatori che considera punti fermi, ma è uomo troppo intelligente per non sapere che questo è il menù che può offrirgli la Fiorentina.Cesare è un grande allenatore, se vuole lottare subito per il titolo o provare l´ebbrezza di un´avventura diversa (come fare il ct della Nazionale), deve lasciare Firenze. Ed è indubbio che la possibilità di vincere in Italia nell´immediato futuro restringe le ipotesi all´unica panchina — forse — disponibile, quella juventina. Accostare l´amato Prandelli al bianconero è per i tifosi viola atto blasfemo, ma se— e speriamo di no — questo dovesse essere il suo futuro, nessuno potrà gridare allo scandalo. Prandelli ha giocato sette anni a Torino e lì ha buoni ricordi. Da professionista non potrebbe essere biasimato. Quanto al capitolo Nazionale, invece, anche Abete lo ha messo un po´ davanti alla responsabilità di muoversi per primo con quel: «Non contatto un tecnico sotto contratto». Quindi Prandelli si liberi e poi se ne parla.Firenze offre al tecnico la possibilità di vivere da re, un´amore incondizionato, un credito che non viene scalfito neanche da filotti di sconfitte (e altrove non è così), la chance di sperimentare, far crescere uomini e talenti, avere comunque una base solida per tentare le imprese, ricevendo onori quando riescono e «grazie lo stesso» quando sfuggono. Ma per lottare subito per il titolo o per giocare (e provare a vincere) una Champions tutti gli anni, non è ancora questo il posto. Perdere Prandelli sarebbe un dolore non solo sportivo, che vorremmo non dover raccontare. Speriamo però di non essere costretti a un estenuante tira e molla che penalizzerebbe innanzitutto la Fiorentina.Ma oltre al futuro del tecnico, c´è qualcos´altro che andrebbe chiarito. Meglio ancora, fatto. Per puntellare il Progetto in un momento delicato. Un segnale simbolico, ma importante. Andrea Della Valle torni presidente. È il momento giusto. Da settimane è di nuovo presente allo stadio, nelle vigilie o dopo le gare importanti (come ieri), è rispettato dalla squadra e da Prandelli, amato dal pubblico, non si capisce più perchè non debba riprendersi la carica, come auspica la tifoseria. E con la carica è importante ripresentarsi in Lega, nelle stanze dei bottoni dove molto si decide e troppo si subisce. L´immagine dell´ultima Fiorentina è quella di un club fieramente «cornuto e mazziato » . Non solo ha subito torti, ma si è trovato deferito e imperdonabilmente abbandonato da tutti nella gara europea più importante. « Facciamo quadrato da soli», ha detto orgoglioso il patron. Siamo certi che la società, la squadra e la città ne sono capaci, ma il calcio è purtroppo anche politica sportiva. E la proprietà della Fiorentina non può più restarne fuori.Ultimo significativo gesto è quello di cominciare finalmente i lavori ai Campini. Dopo tanto discutere sulla Convenzione, ora basta rinvii, si apportino in fretta le migliorìe volute dal patron, poi si dia inizio ai lavori e ci si doti per l´inizio della nuova stagione del tanto inseguito mini centro sportivo. Evitando così di alimentare altri dubbi sulla rapidità delle scelte, la credibilità del Progetto, la volontà di investire.Chissà che il rumore delle ruspe non serva anche a coprire quello delle sirene intorno a Prandelli.

Andrea Di Caro - Corriere Fiorentino

Fonte: violanews.com



Informativa privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:

Per poter entrare a far parte della comunità on-line di Radio Blu Toscana e accedere ad alcuni servizi (richieste di informazioni, richieste di registrazione) è necessario effettuare la registrazione al sito (www.radioblutoscana.it). Durante la registrazione all´utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l´art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA´ DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti etc.

DIRITTI DELL´INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l´utente ha il diritto di ottenere:
- l´aggiornamento, la rettifica e l´integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l´interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l´indicazione dell´origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA´ DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento in termini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l´adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi (robertoc@mediahit.it). I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l´identificazione dell´interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server SitoPer.it oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l´adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it).

Titolare del trattamento di dati personali è Radio Blu S.r.l., Via G. Da Verrazzano 16, 56038 Ponsacco (PI), Tel. 0587 2861 - e-mail: info@radioblutoscana.it
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio


Ascolta i nostri programmi in streaming!

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:

Per poter entrare a far parte della comunità on-line di Radio Blu Toscana e accedere ad alcuni servizi (richieste di informazioni, richieste di registrazione) è necessario effettuare la registrazione al sito (www.radioblutoscana.it). Durante la registrazione all´utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l´art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA´ DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti etc.

DIRITTI DELL´INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l´utente ha il diritto di ottenere:
- l´aggiornamento, la rettifica e l´integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l´interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l´indicazione dell´origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA´ DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento in termini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l´adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi (robertoc@mediahit.it). I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l´identificazione dell´interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server SitoPer.it oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l´adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it).

Titolare del trattamento di dati personali è Radio Blu S.r.l., Via G. Da Verrazzano 16, 56038 Ponsacco (PI), Tel. 0587 2861 - e-mail: info@radioblutoscana.it
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio