Nel Piano spunta la Cittadella: è la sfida di Renzi

11-10-2010 -

In piena polemica sulla Cittadella viola, il sindaco Matteo Renzi inserisce nel capitolo Castello la previsione di realizzare «attrezzature sportive». La modifica, per la verità era stata inserita già nei giorni scorsi nelle bozze del Piano strutturale. Che va in giunta domani pomeriggio per ottenere il primo via libera. E adesso la modifica su Castello non può non assumere anche il significato di una sfida nei confronti del governatore toscano Enrico Rossi. Sulla collocazione della Cittadella a castello il presidente della Regione e il sindaco la pensano in modo opposto, Renzi la vuole e Rossi no.

Cittadella viola, il sindaco Matteo Renzi modifica le bozze del Piano strutturale per inserire nel capitolo di Castello la previsione di «attrezzature sportive». E con il primo sì al Piano strutturale, annunciato per domani pomeriggio nella seduta della giunta comunale, arriva anche un nuovo guanto di sfida nei confronti del governatore toscano Enrico Rossi.
Ancora una settimana fa, la previsione della Cittadella era fuori dalle bozze dello sviluppo della città del prossimo decennio. «Non è necessaria, è il Pue, il Piano urbanistico esecutivo, a decidere quale sarà lo sviluppo di Castello», spiegava allora il dirigente alle infrastrutture di Palazzo Vecchio Giacomo Parenti, uno dei più stretti collaboratori del sindaco Renzi. Poi però il sindaco ha cambiato idea: il Piano strutturale è pur sempre un documento politico e, al di là delle ragioni formali, lasciare fuori la previsione della Cittadella avrebbe potuto essere interpretato come un segnale di rinuncia.

Adesso però, dopo l´addio dei Della Valle («Capitolo chiuso», hanno detto) e il secondo no alla Cittadella a Castello pronunciato dal governatore Rossi, approvare il Piano strutturale di Firenze con dentro il progetto viola, per quanto nella testa del sindaco ci sia una versione assai ridotta della Cittadella, assume il sapore di una sfida aperta alla Regione e allo stesso Rossi. Una sfida ancora tutta da giocare.

Massimo Vanni - La Repubblica

Fonte: violanews.com