E da oggi si riprende fiato poi un nuovo tour de force

28-02-2010 -

Dalla Juve (sabato) al Napoli (il sabato successivo) la squadra viola gioca tre partite in sette giorni. In mezzo c´è anche la sfida Champions contro il Bayern. Prandelli utilizzerà questa settimana per perfezionare gli aspetti tattici, per migliorare l´inserimento dei nuovi e per recuperare gli infortunati. Almeno quelli che sono recuperabili. Per Gamberini i tempi sono lunghi, per Santana servono almeno altri dieci giorni, Natali invece dovrebbe farcela. Vedremo.
Ma questa settimana servirà soprattutto per rigenerare Gilardino (la speranza è che Lippi non lo chiami in nazionale), fermo ieri per un problema al ginocchio. Ma, soprattutto, molto stanco. Gila ha saltato la partita con la Lazio per farsi trovare pronto contro la Juventus e, soprattutto contro il Bayern. Poi con il Napoli si vedrà, se le cose vanno bene Prandelli potrebbe anche fare turn over. Stessa situazione per Vargas, che ha una tendinopatia alla caviglia. Anche lui ha saltato la sfida dell´Olimpico e tornerà in gruppo per la partita contro la Juventus. Possibile anche il recupero di Natali, uscito per infortunio contro il Milan. Il bollettino medico parlava di sette-dieci giorni, quindi è probabile che contro la Juventus ci sia anche lui. Gli altri stanno più o meno tutti bene, ma un po´ di riposo farà bene alla squadra, stressata da tanto calcio e da un paio di decisioni arbitrali che hanno messo in crisi la stagione.
Ma questa sarà anche la settimana di Adrian Mutu. Mercoledì il romeno sarà ascoltato dalla procura antidoping del Coni che deve decidere sull´eventuale rinvio a giudizio. Mutu, come si ricorderà, è stato trovato positivo due volte alla sibutramina ed è stato sospeso in attesa del processo. Nell´audizione di mercoledì Mutu sosterrà davanti ai giudici di aver preso delle pillole per dimagrire in assoluta buona fede (sulla scatola, nella composizione delle pillole, non si parlava di sibutramina) e mostrerà anche la confezione dove si definisce il prodotto naturale al 100%. Se Mutu sarà rinviato a giudizio, molto probabilmente la sentenza definitiva arriverà entro la fine di marzo. Tutto ruota intorno alla squalifica in Inghilterra per cocaina e dunque alla «recidività» del giocatore. Se Mutu, come sostengono i suoi legali, non sarà considerato recidivo rischia una pena minima, da una multa a tre mesi, in caso contrario potrebbe rimanere fuori almeno un anno.

La Repubblica

Fonte: violanews.com