Cittadella: la Fiorentina accoglie bene le parole di Renzi

23-04-2010 -

La società viola ha recepito positivamente le nuove indicazioni del sindaco Renzi che due giorni fa ha detto: "Il disegno complessivo dell´area di Castello noi lo presenteremo entro due mesi. La Cittadella è importante per la Fiorentina, ma per Firenze di più. La Cittadella consente uno sviluppo economico della città, non solo della Fiorentina. Abbiamo fatto una procedura seria. Entro il 21 giugno presenteremo il progetto complessivo dell´area di Castello". Una sorta di ultima chiamata proprio nel momento in cui Diego Della Valle attendeva segnali rassicuranti in tal senso. Per carità, la partita è ancora tutta da giocare, ma questo scatto del sindaco sull´indicazione di una data che dovrebbe rappresentare l´inizio della procedura è un elemento interessante.
E dall´interno della Fiorentina ieri filtrava un discreto ottimismo: pur non esprimendo dichiarazioni ufficiali, i massimi dirigenti hanno lasciato intendere di aver apprezzato l´intervento di Renzi, a conferma tra l´altro di una ritrovata sintonia su un tema così delicato che in passato aveva regalato qualche scossone. Pare che il sindaco, nei giorni scorsi, avesse anticipato allo stato maggiore viola l´intenzione di indicare nel 21 giugno il momento in cui sarebbe stato presentato il disegno complessivo dell´area di Castello, zona nella quale insisterà anche la Cittadella Viola. Dunque, in realtà, nessuna sorpresa nell´aver ascoltato il sindaco su questo argomento, semmai soddisfazione per la conferma di una macchina organizzativa che sta cominciando a mettersi in moto.
Dalle parole ai fatti. Diego Della Valle è pronto dal 19 settembre 2008: ha stanziato la cifra di 750 milioni per la realizzazione di un intervento che sovente ha definito "decisivo per le future ambizioni della Fiorentina". Adesso Mister Tod´s attende la mossa definitiva: conoscere perfettamente l´area, la quantità di ettari disponibili e soprattutto i criteri di concorso per partecipare alla gara che il comune indirrà. Coordinate decisive per calare la carte sul tavolo più importante per la Fiorentina della storia recente. In attesa anche che l´area, sotto vincolo di sequestro giudiziario, veda tagliare lacci e laccioli.Ma le dimensioni della superficie restano la questione centrale: serviranno almeno 50-60 ettari dei sognati 80-90 iniziali. Uno spazio inferiore a questo potrebbe spingere Della Valle a rinunciare al progetto. Il cuore della Cittadella non è il nuovo stadio, bensì questo impianto dovrà nascere a corollario di un´«Idea» costruita su un parco a tema del calcio, un museo, un centro sportivo, alcuni punti commerciali e altro ancora.
Sembra che giugno diventi lo snodo principale del futuro della Fiorentina. La Cittadella su tutto, ma anche Prandelli e il rinnovo del suo contratto, il mercato, i giocatori da cedere e quelli su cui puntare. Con l´auspicio che se il 21 di quel mese ci fossero davvero maggiori certezze sulla realizzazione del progetto Cittadella, Diego Della Valle potrebbe anche servire a Corvino qualche milione in più per far decollare la nuova Fiorentina.

Il Giornale della Toscana

Fonte: violanews.com