Gonzalo: "Felice di sorridere ancora"

22-03-2013 08:34 -

Benedetto Ferrara ha incontrato Gonzalo Rodriguez, una bella intervista a tutto tondo con il difensore argentino di cui vi riportiamo le parti salienti che interessano il calcio e la Fiorentina.

Un difensore che sa giocare la palla, Gonzalo Rodriguez.
«Perché ero nato attaccante. Poi un allenatore un giorno mi disse: meglio se vai dietro».
E quindi i gol non sono un caso.
«Mi piace provarci. E´ istinto».
Ma chi è il leader di questa Fiorentina?
«Il vero leader si chiama umiltà. Siamo un gruppo vero. E ognuno è leader a modo suo, ognuno sente addosso la responsabilità di indossare questa maglia. Pizarro e Toni sicuramente hanno una grande esperienza. Ma la forza, ripeto, si chiama umiltà e spirito di gruppo».
...
E poi qui gli argentini sono di casa.
«Nel mio paese la Fiorentina è una specie di parola magica. I nomi di Passarella a Batistuta sono sempre in circolo. Campioni assoluti. E irripetibili».
Una curiosità: ma a inizio stagione alla Champions ci pensavate?
«No, eravamo una squadra nuova. L´Europa sì, ma la Champions ci sembrava qualcosa di lontanissimo».
E ora?
«Ora la gente sogna e noi vogliamo provarci. Siamo tutti lì e può accadere qualsiasi cosa. Abbiamo dieci partite davanti. Daremo tutto ».
Gonzalo, la miglior qualità di Montella?
«Che non perde mai la testa e questo ci fa stare tranquilli».

Fonte: violanews.com