Contrordine, Di Vaio c´è Colomba non lo ferma più

16-01-2010 -

Contrordine: Di Vaio c´è. La panchina che si profilava per il capitano, domani a Firenze, non ci sarà: Colomba ha ormai deciso di puntare ancora su di lui, in barba al periodo opaco del bomber e alle tre partite in sette giorni che il Bologna dovrà affrontare (dopo la Fiorentina, l´Atalanta mercoledì al Dall´Ara, e il Bari la domenica successiva). I sacrificati nel nome del turn over saranno invece Zalayeta e Adailton, poiché a far coppia con Di Vaio toccherà a Henry Damian Gimenez: il tecnico rossoblù s´è convinto a concedergli una chance dopo il buon finale nella gara con il Cagliari, e per lui sarà l´esordio stagionale dal primo minuto. Ma là davanti, al Franchi, non s´esclude la staffetta. Cambia anche il modulo, con Colomba sempre più convinto a varare un prudente 4-4-2. Si cambia anche in difesa: Britos rileverà Moras e Bombardini partirà terzino sinistro se Lanna, per guai muscolari, non dovesse recuperare. A centrocampo tornano dal primo minuto Mingazzini, in mezzo con Guana, e Valiani a sinistra. Fiducia a Casarini, ancora titolare, che occuperà l´out di destra. Il mercato, adesso. Un altro rossoblù cambia maglia: è Luca Vigiani, che lunedì tornerà alla Reggina, che gli ha garantito il prolungamento di contratto da lui richiesto. Gli amaranto hanno offerto al Bfc un giocatore tra i difensori Valdez e Santos e l´ex Volpi, ma il Bologna ha rifiutato: da Reggio adombrano che, se non ne ritira uno, può saltare tutto. Continua la caccia al terzino sinistro: in prima fila resta Pisano del Torino, con Modesto del Genoa in alternativa. Se gli affari non dovessero concludersi, in lizza ci sono anche Rullo del Napoli, l´ex Bonetto, ora alla Lazio, e Rossi del Siena. Per l´attacco girava il nome di Succi, gradito al dg Baraldi e a Francesca Menarini, ma la sua più probabile destinazione sembra essere Bari: da Palermo dicono pure che c´è un´intesa, non così chiusa però da escludere un´eventuale inserimento del Bologna, che un sondaggio l´ha fatto, per interposta persona. Ma c´è pure la priorità che Marazzina esca. L´altra ipotesi, sempre reggina, porta a Cacia: lunedì Salvatori e il ds amaranto Rosati potrebbero parlarne a Milano. Chi non dovrebbe muoversi è Zalayeta: circolava una voce sull´Atalanta (scambio con Acquafresca), ma l´uruguagio per ora resta dov´è e l´ex cagliaritano è in odor di Genoa. Stesso discorso per Portanova: rumors da tempo lo rispediscono a Siena, ma per ora nulla di concreto.

Fonte: Violanews (da Repubblica)