Andrea se ci sei batti un colpo, anzi due

21-05-2014 22:00 -

Quando si terrà il CdA della Fiorentina? E cosa si deciderà in merito? Sono due interrogativi non prettamente legati al campo di gioco che tengono sulla corda gli innamorati della Fiorentina che nella nostra città e anche in regione sono tanti.

Da quell´incontro vorrei che Andrea Della Valle tornasse a vestire i panni del Presidente, non certo perché Cognigni abbia fatto male in questi anni, ma perché potrebbe essere un chiaro segno che Andrea è pronto per rompere gli indugi e prendere in mano in prima persona la guida della Fiorentina, rischiando qualcosa in proprio opponendosi alla linea economicamente più conservatrice dettata dal fratello Diego (e portata avanti da Cognigni) che sicuramente ha nel cuore la Fiorentina, ma non come ha dimostrato a più riprese di averlo lo stesso Andrea Della Valle.

E´ questo il primo colpo che chiedo al Patron. Il secondo invece è strettamente collegato a quanto scritto finora: dare a tutti un segnale forte che la Fiorentina vuole fare le cose in grande e fare uno sforzo economico per trattenere Cuadrado, magari facendogli una proposta stile il Toni dei bei tempi. Una Fiorentina con Cuadrado capace di segnare come nella seconda parte della stagione, con Rossi e Gomez più avanzati farebbe veramente paura a tanti.

La cosa che chiedo al Patron non è semplice, ma neanche impossibile visto che ci sarebbe prima da riscattare il colombiano dall´Udinese, società disponibile al dialogo nelle parole, ma non nei fatti. Dobbiamo però ricordare che la plusvalenza per l´eventuale cessione di Cuadrado non sarebbe elevatissima considerando i 7 milioni già versati a Pozzo e quanto chiesto adesso dal Patron friulano. Insomma la gestione Jovetic non è ripetibile e visto quanto è cresciuto a Firenze Cuadrado, la Fiorentina potrebbe rischiare di tenerselo un anno per vedere lievitare il suo valore, già magari dopo i Mondiali.

Il prossimo anno, come tutte le stagioni che si giocano dopo i Mondiali, potrebbe riservare delle sorprese. Le grandi sono piene di calciatori che si fermeranno a metà luglio e partiranno con la preparazione molto tardi con le tossine accumulate nella rassegna brasiliana. La Roma inoltre deve aggiungere la partecipazione alla Champions che porterà via energie mentali e fisiche. Il Milan e l´Inter sono in ristrutturazione e non potranno essere competitive da subito. La Fiorentina avrà al massimo 4 calciatori (ma crediamo meno) impegnati in Brasile e Montella con il suo staff avrà già ´digerito´ la gestione doppia fatta di campionato e coppa.

Insomma un´occasione non dico per puntare allo scudetto, ma per centrare una volte per tutte il piazzamento Champions capace di portare nei forzieri viola un bel gruzzoletto.

Che ne dici Andrea, li batti questi due colpi?

SAVERIO PESTUGGIA

Fonte: violanews.com