Zanetti: ´´Mai detto di voler andare via´´

23-07-2010 -

Cristiano Zanetti è stato intervistato in esclusiva da Radio Blu. Ecco le sue parole: "Ho giocato con Mihajlovic ma non cambia annulla, nessun problema. Abbiamo appena iniziato e con Prandelli ci sono idee diverse ma altrettanto valide, sarà il campo a decidere. Io sono qui per fare la mia parte, i titolari li sceglie il campo e quanto scritto ora non vale. Quando non ci sono la gente si è lamentata, vuol dire che sono importante... Non ho capito il rumoreggiare sul mio infortunio della passata stagione, non erano problemi muscolari, ma un trauma. Nella parte finale abbiamo subito un calo e tutto è stato amplificato. Non è successo nulla di particolare, la squadra non ne aveva più: infortuni squalifiche ci hanno condizionato. Il mister ci ha subito detto che nessuno è titolare o riserva. Gioca chi ha dato di più in settimana. Io non mi sento la riserva di nessuno, con i compagni abbiamo parlato pochissimo, stiamo pensando a mettere forza nei muscoli. Il mercato non mi interessa, io voglio restare qui e anche il mister era d´accordo. Ho fatto dei sacrifici a livello economico non vedo perché dovrei andarmene adesso. Non ho mai pensato di lasciare Firenze, voglio far una grande stagione e sfruttare l´opzione che ho per il terzo anno. Sono contento di essere qui e indossare questa maglia con orgoglio, come ho sempre fatto. E´ vero ho fatto una battuta a D´Agostino e Boruc ma era solo per stemperare i toni. Per il bene di tutti dobbiamo vincere e far bene e si risolve tutto anche se quest´anno c´è competizione in tutti i reparti, non è bello avere 11 che giocano e gli altri che aspettano. Chi starà fuori dovrà impegnarsi di più per scendere in campo la domenica successiva. Io sono uno fra i più vecchi ma i leader sono tanti, qui ci sono giocatori importanti. Sono rimasto un po´ male per la fase finale della stagione ma vi garantisco che non ce la facevamo più davvero. Sulla carta non vedo tante squadre più forti di noi anche perché giochiamo solo la domenica. non credo che Mutu sia un problema, lo aspettiamo a braccia aperte, Jovetic è un giocatore di livello superiore. Tra i giovani per qualità vedo bene Babacar anche se l´atteggiamento non è dei migliori, non è maturo ma è molto giovane. Ljajic è bravissimo non bisogna mettergli fretta perché la Fiorentina può avere un grande futuro. Io non mi faccio problemi di modulo, se sarò in forma giocherò. Il campo decide".

Fonte: violanews.com